statistiche sito
0

Totale € 0,00

 x 

Ultimi prodotti inseriti

  1. Il carrello è vuoto.

Articolazioni

Articolazioni: spalla Articolazioni: ginocchio Articolazioni: caviglia Articolazioni: anca

Sono un complesso di strutture che mantengono in contiguità due o più superfici ossee. L'articolazione rappresenta un insieme di elementi (tessuto fibroso e/o cartilagineo, legamenti, capsule, membrane) che regolano la connessione tra due segmenti scheletrici.

Ulteriori definizioni di articolazioni

  • Mobili: ginocchio, polso, spalla, gomito, caviglia e anca;
  • Semimobili: l'articolazione della colonna vertebrale;
  • Fisse: le articolazioni delle ossa del cranio o del bacino.

Queste definizioni spiegano i movimenti più o meno ampi o i meccanismi di ancoraggio stabile.
La terminologia scientifica parla rispettivamente di diartrosi, anfiartrosi e sinartrosi.

Articolazioni Mobili

La principale funzione delle articolazioni mobili è quella di permettere l'esecuzione di ampi movimenti, come nel caso dell'articolazione del ginocchio o del gomito: le superfici articolari che le compongono possono avere varie forme - piatte, sferiche, ellissoidali - e in genere sono "concordanti", ovvero una abbraccia l'altra, proprio per permettere l'esecuzione di un'ampia gamma di movimenti.
In questo tipo di articolazione le superfici articolari risultano lisce e ricoperte da cartilagine e racchiuse nella cosiddetta "capsula articolare".
La capsula articolare è una struttura connettivale fibrosa a forma di manicotto, di consistenza e spessore variabili, che circonda l'articolazione mantenendola in sede. Esternamente è formata da una membrana fibrosa, mentre all'interno presenta la membrana sinoviale, in grado di secernere e riassorbire il liquido sinoviale, sostanza incolore e vischiosa il cui ruolo è quello di mantenere lubrificata l'articolazione.
Il liquido sinoviale è fisiologicamente ricco di acido ialuronico, che via via si può depauperare per il trascorrere degli anni, a causa di malattie osteoarticolari o causa di traumi. L’acido ialuronico può essere supplementato per via esogena, attraverso le infiltrazioni.

EIDON salus

numero verde
Iscriviti alla nostra newsletter